Aggiornato al
Aggiornato al

Il presidente Morgana: «Festa calcio siciliano coronamento di stagione straordinaria»

Un pomeriggio all’insegna dell’intrattenimento e dello spettacolo. Un evento senza precedenti per celebrare tutti i club della Sicilia. E’ stata questa e non solo la kermesse ideata e organizzata dal Comitato regionale Sicilia della LND presieduto da Sandro Morgana. Palcoscenico ideale della prima Festa del calcio siciliano è stata la Sala Rossa della sede federale di Ficarazzi (Palermo) gremita dalla presenza dei vertici del Comitato regionale Sicilia, oltre che dai presidenti, dirigenti, tecnici e giocatori delle società isolane. A condurre l’evento la giornalista Nadia La Malfa, affiancata dal comico palermitano Sasà Salvaggio che ha proposto il meglio dei suoi sketch: tra risate, ironia, barzellette e tanto divertimento. Nel corso dello spettacolo sono state premiate tutte le squadre risultate vittoriose dall’Eccellenza alla Seconda Categoria, fino ai campionati giovanili, al calcio a 5, al calcio femminile e al campionato regionale eSport. Inoltre, sono stati premiati i ragazzi e lo staff della Rappresentativa Under 19 di calcio a 5, campione d’Italia nell’ultimo Torneo delle Regioni.
Premi speciali, assegnati da una apposita giuria formata dall’ufficio stampa del CR Sicilia: miglior giocatore della stagione ad Antonino Carbonaro, “maturo capocannoniere dell’Eccellenza con la maglia della Leonzio 1909. In stagione ha mostrato grandi qualità tecniche, ha realizzato 24 reti e, inoltre, si è fatto apprezzare per le sue doti umane, di grande motivatore nello spogliatoio e in campo”; come miglior allenatore a Nicolò Terranova, “vincitore del girone A dell’Eccellenza sulla panchina Akragas, ha saputo coniugare doti tecniche a quelle umane. Nel corso del difficile ed equilibrato massimo campionato regionale ha avuto il merito di compattare l’ambiente agrigentino, di trovare il giusto assetto tattico e di inanellare una serie di risultati positivi che hanno permesso alla compagine della Valle dei Templi di conquistare la meritata promozione in serie D”.
Inoltre, il premio come miglior arbitro è andato a Davide Patti della sezione di Palermo.
Premio Fair play, assegnatole dalla AIAC in occasione del Torneo delle Regioni, è stato consegnato, al tecnico della Rappresentativa femminile Maria Antonia Giammanco con la seguente motivazione: “sono state premiate la preparazione, la naturale educazione, il senso del fair play nonchè il profondo rispetto per il proprio gruppo squadra, per le avversarie e per gli arbitri”. In chiusura il premio alla carriera è andato a Santo Buglisi, consigliere del CR Sicilia, con questa motivazione: “componete del consiglio direttivo del CR Sicilia dal 2016. E’ stato presidente della Delegazione di Barcellona P.G. dal 1993 al 2016 ed ha ricoperto altri importanti incarichi. Stella d’Argento al merito sportivo del CONI, si è sempre distinto, oltre che per la preparazione, l’impegno e la profonda conoscenza del mondo del calcio, per l’educazione ed il tratto elegante e signorile”.
“Questa serata d’intrattenimento è stata il coronamento di una stagione straordinaria che abbiamo voluto ripercorrere e festeggiare tutti insieme, attraverso la voce dei protagonisti in campo: per quanto mi riguarda è stato un momento di grande emozione – ha tenuto a sottolineare il presidente del CR Sicilia Sandro Morgana -. Un evento senza precedenti che ha deliziato il pubblico presente, peraltro molto numeroso, ed ha visto premiate le nostre società che hanno ricevuto il giusto riconoscimento. Questa grande manifestazione l’ho voluta fortemente per dare un significato importante a questa intensa e magnifica stagione che si è appena conclusa: uno spettacolo che si ripeterà ogni anno, una festa del calcio siciliano e di tutto il nostro movimento sportivo. Un grazie va certamente a Nadia La Malfa e a Sasà Salvaggio per la splendida conduzione della serata e a tutti i miei collaboratori per la passione che hanno messo per la riuscita di tutto”.

Condividi

il giornale di Castelbuono e oltre

Il giornale di Castelbuono e oltre