Aggiornato al
Aggiornato al

Meeting Francescano del Mediterraneo, tutto pronto per la seconda edizione: dal 2 giugno a Gangi prende il via “Connessi, per una transizione ecologica, digitale, sociale e fraterna”

In programma tavole rotonde, presentazione di libri e momenti di confronto e crescita sociale aperti a tutti

Manca poco all’inizio della seconda edizione del “Meeting francescano del mediterraneo”, quest’anno ospitato dal 2 al 4 giugno a Gangi e che manterrà il tema già scelto lo scorso anno a Favara (AG) cioè “Connessi, per una transizione ecologica, digitale, sociale e fraterna”.

Tre giorni ricchissimi di appuntamenti culturali e religiosi, con spazio dedicato non solo ai più piccoli ma anche alla conoscenza delle bellezze storiche e le risorse enogastronomiche e artigianali di questo straordinario borgo.

“Siamo onorati di ospitare questa iniziativa, anche per la lunga tradizione francescana ha la nostra comunità – commenta il sindaco di Gangi Giuseppe Ferrarello -. E’ una grande opportunità non solo per l’aspetto religioso ma anche culturale e turistico, per mettere in mostra le nostre bellezze e far vedere che al centro della Sicilia c’è gente operosa che ha tanto da offrire anche sotto il profilo dell’enogastronomia e dell’artigianato”.

“Questo meeting – dice il ministro dell’Ordine Francescano Secolare di Sicilia, Carmelo Vitello – è innanzitutto pensato per ritrovarci insieme, vivere la dimensione dell’Agorà pubblica e confrontarci. Ancora una volta il tema sarà ‘Connessi’ e approfondiremo la transizione ecologica, sociale, digitale e fraterna. Sappiamo ancora quanto sia importante oggi lavorare in questa direzione. Ci ritroveremo a Gangi con il mondo accademico, con quello ecclesiale, con il mondo politico, non per trovare risposte ma per confrontarci e darci una opportuntià di crescita comune. Saranno 3 giorni di festa anche per i più piccoli, con iniziative a loro dedicate. Gangi si presenterà al meglio per accogliere tutti coloro che vorranno partecipare. Vi aspettiamo”.

Lungo e molto articolato il programma.

Si parte il 2 mattina con un prologo intitolato “Sia per l’amor di Dio” e che sarà dedicato alla figura di San Felice da Nicosia. Sarà il centro ennese ad ospitare infatti le prime iniziative: appuntamento alle 10 presso l’orto dei cappuccini di via Cirino, dove, alle 11, si terrà un momento di riflessione sulla vita e l’esempio del santo nicosiano.

Alle 11.30 si terrà una celebrazione eucaristica presieduta da sua eccellenza monsignor Giuseppe Schillaci, vescovo di Nicosia. Seguirà, alle 13, una visita ai luoghi di San Felice con un pranzo offerto a tutti partecipanti dall’Avis.

Nel pomeriggio ci si sposterà a Gangi per l’apertura ufficiale del meeting che si terrà alle 16 a Palazzo Bongiorno con una conferenza stampa che vedrà anche la partecipazione del vescovo di Cefalù monsignor Giuseppe Marciante. Nel pomeriggio spazio a momenti di convivialità e con

visite guidate del borgo. La giornata si concluderà con un momento di adorazione Eucaristica alla chiesa madre di “San Nicolò”.

Il 3 giugno mattina sarà dedicato all’attualissimo tema del Piano nazionale per la ripresa e la resilienza con la presentazione, nella sala polifunzionale “Vitale” del libro “Next Generation EU e PNRR Italiano, Analisi, Governance e Politiche per la ripresa”, alla presenza degli autoriGiacomo D’Arrigo e Piero David. Interviene il deputato nazionale Giovanna Iacono, componente della Commissione Politiche dell’Unione Europea della Camera dei Deputati

Nella stessa sede, alle 11, via a “Da Taranto a Trieste: una Settimana Sociale per tornare al cuore della Democrazia” con monsignor Luigi Renna, arcivescovo di Catania e Presidente Commissione CEI per i problemi sociali, del lavoro, della giustizia e della pace.
Alle 12 sarà poi firmato il manifesto d’intenti del progetto della rete dei “Comuni amici degli alberi e dei bambini” , con la partecipazione dei comuni aderenti al progetto di OFS Sicilia “Un albero per ogni bambino nato, adottato o preso in affido” e delle fraternità che ne hanno curato l’adesione. Partecipa Alfio Adornetto, consigliere regionale del forum delle associazioni familiari della Sicilia. Alle 16 a Palazzo Bongiorno verrà invece presentato il progetto “Guardiani della Natura”, concentrato sul tema del contrasto agli incendi boschivi e per favorire il ripopolamento faunistico e floreale. Partecipano Vito Picciché, componente commissione EPM OFS Sicilia e il deputato regionale Dario Safina.

In contemporanea, nella sala polifunzionale di piazzetta “Vitale” si riunirà l’Osservatorio Socio Politico dell’Ordine Francescano Secolare di Sicilia “San Ludovico”.Previsto un saluto del cardinale Matteo Zuppi, presidente della Conferenza episcopale italiana e l’intervento di Renato Meli, direttore dell’Ufficio per i problemi sociali e il Lavoro della CESI. Modera la giornalista Maria Gabriella Ricotta.

La serata si concluderà in piazza del Popolo con diversi momenti di confronto. Il primo, alle 17.30, sarà dedicato alle Comunità Energetiche rinnovabili e le opportunità di sviluppo dell’energia condivisa, con Fra Francesco Zecca, membro del coordinamento rete del Mediterraneo, Cesare Arangio, Confcooperative Palermo e Daniele Amorosino, responsabile d’area Confcooperative Sicilia di Palermo.

Alle 19 via a “La Fraternità Sociale come punto di partenza e di arrivo per una vera transizione ecologica e digitale sostenibile”, con Francesco Giorgino, giornalista nella Direzione Informativa RAI, docente universitario LUISS, fra Mauro Billetta, frate Cappuccino parroco di Danisinni a Palermo, la deputata regionale Valentina Chinnici, vicepresidente nazionale del Centro di Iniziativa Democratica degli Insegnanti. Modera la giornalista Maria Gabriella Ricotta.

La serata si concluderà con il musical “Notte di Natale 1223” di Carlo Tedeschi portato in scena al santuario dello Spirito Santo dalla compagnia RDL e dai giovani dell’associazione “Melogano” di Lentini.

Il 4 giugno la giornata conclusiva parte con le lodi del mattino alle 9.30 in piazza del Popolo e poi con l’incontro “I Francescani secolari del Mediterraneo: custodi dell’uomo e del creato dallo sfruttamento” che si terrà nella sala polifunzionale di piazzetta “Vitale” a partire alle 11 e alla presenza dei referenti OFS dei Paesi del Mediterraneo e di Noemi Paola Riccardi, consigliere di presidenza del Consiglio Internazionale OFS, referente area Mediterraneo. In contemporanea, nella chiesa di San Paolo via a “In ascolto di San Francesco e della Laudato Si, un’ecologia connessa al creato” con fra Francesco Zecca, membro coordinamento rete del Mediterraneo dei frati Minori e, in piazza del Popolo, la tavola rotonda “Connessi: per un’economia sostenibile e rinnovabile”, alla presenza del senatore Antonino Germanà, segretario Commissione Ambiente, transizione ecologica, energia, lavori pubblici, comunicazioni, innovazione tecnologica del Senato, padre

Gianni Notari, preside della Scuola Politica Arrupe di Palermo e Cleo Li Calzi, Università Lumsa, Manager per lo sviluppo sostenibile.

Il resto della giornata sarà dedicato a momenti di animazione e preghiera che si concluderanno alle 16 al santuario dello Spirito Santo con la Celebrazione Eucaristica.

Tutte le info su https://www.meetingfrancescanomediterraneo.it/.

Qui trovate anche i video al sindaco Ferrarello e al ministro Ofs Vitello: https://we.tl/t-EQYqaKD96E

Condividi

il giornale di Castelbuono e oltre

Il giornale di Castelbuono e oltre